Menu

Consigli per studiare

La preparazione all'esame di maturità inizia durante l'anno scolastico… per evitare giornate intere, o nottate intere, di studio “matto e disperatissimo” nei giorni prima del grande evento, impariamo a studiare bene nei mesi precedenti.

Lo studio comincia a scuola, durante l'orario di lezione. Bisogna approfittare al massimo delle ore trascorse in classe, cercando di evitare il classico “scaldare la sedia”, ma stando attenti durante le spiegazioni, prendendo appunti ma evitando di fare un puro esercizio di trascrizione; è invece importante capire quello che dice l'insegnante, e cercare di rielaborare i concetti, realizzando mentalmente una sorta di proprio riepilogo in modo da rendere gli appunti già “nostri” ed agevolare lo studio a casa che diventerà solo un ripasso!

Senza timori, approfittiamo dell'insegnante in classe, facciamo domande, tante, ogni volta che non capiamo qualcosa o quando abbiamo dei dubbi o quando vogliamo saperne di più di un argomento che ci interessa.

Se in classe siamo stati attenti, lo studio pomeridiano sarà molto più facile, ma comunque possiamo seguire alcuni suggerimenti per perfezionarlo! Gli stessi consigli valgono naturalmente anche per lo studio da fare nei giorni prima dell'esame!

organizzare un programma quotidiano, in modo da sapere ogni giorno cosa studiare e quanto tempo dedicare ad ogni argomento. Il segreto è nell'organizzazione dello studio e del tempo, per evitare di trascorrere tante ore chiusi in casa. Quindi pianificare le ore di studio, stabilire cosa si deve studiare dandosi dei tempi e prevedendo delle piccole pause scegliere un luogo tranquillo in cui studiare;

è preferibile studiare di più al mattino, quando la mente è più riposata, e magari ripassare la sera;

se c'è la possibilità, e se lo si fa senza distrarsi, studiare con qualche amico è importante, poiché consente di confrontarsi, di aiutarsi, anche di simulare una prova d'esame, come il colloquio orale;

anche lo stato d'animo è importante per essere concentrati, quindi niente ansia, agitazione, preoccupazione ma cercare di essere calmi, tranquilli e… pensare positivo;