Menu

Articolo di giornale

L'articolo di giornale, insieme al saggio breve, è una delle quattro tipologie di tracce previste per la prima prova dell'esame di maturità (tipologia B). Come per il saggio breve, anche per l'articolo di giornale vengono forniti dei testi, che possono essere estratti di libri, articoli di giornali, o anche immagini, relativi a quattro ambiti tematici differenti: tecnico-scientifico, artistico-letterario, socio-economico, storico-politico.

Dopo aver stabilito quale tematica si vuole affrontare fra le quattro proposte, è opportuno stabilire e indicare il tipo di giornale per il quale si sta idealmente scrivendo, naturalmente in linea con l'argomento scelto. Può essere un quotidiano, un quotidiano sportivo, una rivista specializzata, un settimanale, l'importante è che la scelta sia fatta subito poiché condizionerà anche il linguaggio da utilizzare nel testo, che dovrà essere adeguato alla collocazione, all'occasione e al destinatario.

Prima di iniziare la stesura di un articolo di giornale è fondamentale stabilire una struttura, una scaletta, che definisca i punti che si vogliono sviluppare; di norma lo schema classico è suddiviso in tre parti:

l'introduzione dell'argomento, in cui esporre i concetti che ne riassumono il senso e ne evidenziano l'importanza;

lo sviluppo del tema, ossia la vera e propria esposizione dei fatti;

le conclusioni, vale a dire la sintesi definitiva di quanto esposto, che può contenere punti di vista personali, previsioni, proposte…

Ed ecco alcuni consigli da ricordare:

La prima regola da rispettare quando si scrive un articolo di giornale è quella di utilizzare una scrittura semplice, chiara ed efficace; questo perché un articolo è ipoteticamente destinato a centinaia di migliaia di lettori e tutti loro dovranno essere messi nelle condizioni di comprendere quello che si sta leggendo; non solo, la loro attenzione dovrà essere catturata fin dalle prime righe, dalle prime parole ed essere convinti a leggerlo fino alla fine.

Inoltre, scrivere un articolo non è come scrivere un tema, per cui bisogna scrivere solo i fatti, evitando accuratamente di inserire dei commenti propri;

Una regola considerata d'oro nel giornalismo, di provenienza anglosassone, è quella delle 5W e 1H, ossia

Who: Chi

What: Che cosa

When: Quando

Where: Dove

Why: Perché

How: Come

Rispondendo in qualunque ordine, e in maniera approfondita, a questi quesiti si ha la certezza di scrivere un articolo completo in ogni sua parte.

Terminata la fase di stesura del testo bisogna rileggere e controllare se ci sono errori; in particolare è necessario accertarsi che non ci siano errori di punteggiatura, di ortografia (consultiamo il vocabolario se abbiamo dei dubbi), l'uso dei verbi (soprattutto i tempi), e verificare che il tutto abbia un senso logico!

Dopo aver riletto il tutto, possiamo finalmente scegliere il titolo da dare all'articolo. È un momento molto importante poiché il titolo è il biglietto da visita dell'articolo; è il primo elemento che attira l'occhio del lettore, e se non è di effetto si rischia che il lettore vada oltre. Quindi è fondamentale scegliere un titolo efficace, invitante, che racchiuda in sé l'argomento dell'articolo e che non vada fuori tema.

Il titolo può essere accompagnato dall'occhiello, dal sommario e dal catenaccio.

L'occhiello è di solito una frase che si trova al di sopra del titolo, e scritta in caratteri più piccoli, che ha la funzione di introdurre il titolo e talvolta di specificarne l'area tematica. Il sommario si ricollega al titolo e all'occhiello e riassume in pochissime righe il contenuto dell'articolo. Il catenaccio, invece è quasi un secondo titolo, più esplicativo e si trova sotto il sommario.

Per tracce svolte, guida alla stesura e consigli di scrittura:

L'analisi del testo - Il saggio breve - L'articolo di giornale
Marianna Muzzica
 
Edizione: I / 2010
N. Pagine: 192
ISBN: 9788879596039
Prezzo: € 8.00
Prezzo WEB: € 6.80